AL DI LA’ DELLE MONTAGNE – UN FILM DI JIAZHANG-KE

 

Siamo a Fenyang, nello Xanxi, nel 1999, in attesa del capodanno che segnerà l’ingresso negli anni Duemila. Si balla  il pop dei Pet Shop Boys. Una ragazza, Tao, deve scegliere tra due corteggiatori. C’è Liangzi, un povero minatore con le mani nere, ma sincero e affidabile.   E c’è Zhang che ha aperto una stazione di servizio ed aspira a diventare un capitalista. Ha anche una auto, un paio di occhiali da sole ed un cappottino di pelliccia. Regala a Tao un cane, ancora cucciolo.  I  tre sono amici, ma la rivalità amorosa crea un conflitto tra i due uomini. Zhang compra la miniera e caccia il suo rivale. Vuole addirittura farlo saltare in aria con la dinamite, ma è dissuaso da Tao. Pur molto combattuta, Tao inevitabilmente sceglie Zhang. Sente però affetto per  Liangzi e gli porta l’invito per le nozze, implorandolo di assistere, ma questi rifiuta. Disperato, va a vivere in un’altra città. Si celebrano nozze sfarzose. I due sposi mettono al mondo un figlio che il padre decide di chiamare “Dollar”.

C’è  poi uno stacco di 15 anni. Siamo nel 2014.   I coniugi si sono separati e Zhang ha ottenuto la custodia del figlio. Tao lo rivede in occasione dei funerali del nonno. Secondo la tradizione cinese, deve essere un discendente maschio ad offrire l’incenso nella cerimonia funebre. Tao ha quindi chiesto al marito di inviarle Dollar.  La distanza tra madre e figlio evidenzia il fossato che si è scavato tra la Cina che si è convertita al capitalismo e la Cina che è rimasta ancorata alle tradizioni. Intanto Liangzi, ammalato di tumore, è stato costretto a tornare a Fenyang. Essendo lui lavoratore immigrato, poteva ottenere assistenza solo nella città di residenza. Servono soldi per l’operazione. L’unico amico deve andare ad Almaty in Kazakistan come saldatore ed ha chiesto un prestito a una banca per le spese: non può quindi aiutarlo. Grazie alla partecipazione di nozze rimasta nella casa, la moglie di  Liangzi risale a Tao e chiede aiuto a lei. Questa, che ha ricevuto la stazione di servizio dal marito, offre di buon grado il denaro.

C’è poi un ulteriore stacco di un decennio. Siamo nel 2025. E’ la parte debole del film, girata in inglese e straniante oltre le esigenze della rappresentazione. Zhang e Dollar si sono trasferiti in Australia. La lotta contro la corruzione ha indotto molti sospetti a cambiare aria. Ma Zhang non ha imparato l’inglese e non riesce a comunicare con suo figlio che parla solo inglese. Deve intervenire Mia, una insegnante cinese che dal Canada si è spostata in Australia.   Dollar dice al padre che non vuole andare al college e vuole fare un qualsiasi lavoro, provocando la sua collera. Il ragazzo si sente attratto da Mia, più vecchia di lui. Ha una connotazione materna che compensa la mancanza della madre nella sua vita. Progettano di andare a Fenyang a vedere la vera madre, ma la  situazione imbarazzante  li scoraggia. Intanto Tao, sotto la neve,  continua la vita di sempre, cucinando ravioli ed accudendo al suo vecchio cane, che avrebbe dovuto vivere fino al 2014, ma è evidentemente di robusta costituzione.

 Il film finisce con il pop dei Pet Shop Boys, come era cominciato.

 La mutazione accelerata del suo mondo è l’oggetto ideale del cinema di Jia Zhagke. Registrare una realtà che evolve sotto i suoi occhi con tale velocità e tali proporzioni sembra essere l’obiettivo dei suoi film. La mutazione antropologica della Cina e dei cittadini, dalla tradizione confuciana al capitalismo. Tale passaggio è sottolineato dalla messa in scena con un diverso formato della immagine (“classico” nel 1999, “panoramico” nel 2014, “scope” nel 2025. Però, più si allunga la inquadratura, più si riduce lo spazio dedicato al paesaggio, per portare in primo piano i volti dei personaggi.

 

 

 

 

loca

 

mountains

 

montagne

 

 

au-dela

 

loca

 

TAO

lei

 

TAO

 

tao.png

 

 

maunt

 

 

DUE RAGAZZI, UNA RAGAZZA

lorodue

 

tre

 

auto

MATRIMONIO

primav

Zhao Tao 1

Tao porta a Lianzi l’invito alle nozze

addio

Lianzi, rifiutato da Tao, lascia Fenyang

esplosivo.jpgZhang distrugge l’esplosivo, con cui avrebbe voluto uccidere Lianzi.

matrim

Splendida cerimonia

 

TAO CON IL BAMBINO

 

cerimonia

Secondo la tradizione cinese, deve essere un discendente maschio ad offrire l’incenso nella cerimonia funebre.

 

figliomio

 

RGB tiff image by MetisIP

 

ipad

 

canz

Zhao Tao

aereo

MALATTIA DI LIANZI

malat

 

moglieMesto ritorno

 

malato.jpg

 

UN RAGAZZO SPAESATO

figlio

 

sylvia-chang.jpg

Mia

coppia.png

TAO ALLEGRA

neve

 

FENYANG

ponte

torre

La torre in mattoni

fiori

 

mappa

 

 Zhao Tao è la protagonista Tao.  Jing Dong Liang  è Lianzi.  Yi Zhang è Zhang Jinsheng . Zijan Don è Dollar. Sylvia Chang è Mia.

Zhao Tao, 39 anni, è nata a Taiyuan, capitale dello Shanxi cinese. E’ la musa del regista Zhang Ke Jia ed è anche sua moglie.

 

 

“Still life”, diretto da Zhang Ke Jia, ha vinto nel 2006 il Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia. Il film descrive la fine del villaggio di Fengjie. Al suo posto ora c’è la grande diga delle Tre Gole. Il villaggio è stato sommerso, il nuovo quartiere è ancora in costruzione. La gente cerca di salvare le proprie cose.

 

Vedere anche:

This entry was posted in Cina, CINEMA and tagged , . Bookmark the permalink.