LA BATTAGLIA DEI TRE REGNI – UN GRANDE FILM DI JOHN WOO

UN POCO DI STORIA!

 La battaglia di Red Cliffs fu combattuta nel 208 d.C. ed è la più famosa della storia cinese. Lo scontro avvenne tra le forze alleate dei signori della guerra Liu Bei (del regno di Shu) e Sun Quan (del regno di Wu) da un lato e il signore del nord (del regno di Wei) dall’altro.

L’inesorabile declino del potere e della autorità della dinastia Han lascia un grande vuoto, in cui si inseriscono i “signori della guerra”. Nonostante l’esistenza dell’imperatore Han Xiandi  il paese era diviso in più stati.  Tre generali (Cao Cao, Liu Bei e Sun Quan)   combattono tra di loro; Cao Cao vuole conquistare la superiorità territoriale. Cao Cao, pur disponendo di forze numericamente superiori,  viene clamorosamente sconfitto dagli eserciti alleati di Liu Bei e Sun Quan.

Cao Cao, il signore di Wei, dopo avere preso il controllo della pianura settentrionale della Cina, conduce un immenso esercito ( le stime variano da 250 mila a 500 mila uomini) a sud per eliminare i suoi principali avversari al sud e unificare la Cina. Nel frattempo, Zhou Yu e Lu Su, generali di Wu, e Zhuge Liang di Shu analizzano accuratamente la situazione e gli svantaggi dell’esercito di Cao, incluso il suo instabile appoggio alle spalle (nonostante il gran numero di uomini), la spedizione faticosa e l’inesperienza nelle battaglie navali, e sviluppano la loro strategia per lo scontro.

C’erano 50 mila soldati, inclusi 30 mila soldati navali ben addestrati, guidati da Zhou Yu, il generale di Wu, e altri guidati da Liu Bei di Shu, organizzati per opporsi all’esercito di Cao. Poiché le truppe di Cao Cao erano decimati dal mal di mare e dalla mancanza di esperienza navale, furono costretti ad accamparsi al nord del fiume Yangtze, mentre le truppe di Wu e Shu si accamparono nel sud. Più tardi Cao Cao ordinò di incatenare la sua intera flotta con robuste catene di ferro per  difendere la flotta.

La strategia vincente fu escogitata da Huang Gai che era un generale alle dipendenze di Zhou Yu, capo del Sun Qua. Egli disse a Zhou che la schiacciante superiorità delle forze di Cao Cao lasciava presagire una sconfitta. Tuttavia, dato che le navi di Cao Cao erano incatenate l’una con l’altra, si poteve tentare di distruggerle con il fuoco.

Egli scrisse dunque una lettera a Cao Cao, dicendo di volersi arrendere. Questi gli promise una ricca ricompensa e gli disse di avvicinarsi. Huang Gai allestì un gruppo di navi cariche di materiale incendiario, dietro cui erano disposte delle navi più leggere. Con tale flottiglia si avvicinò alla flotta di Cao Cao. I suoi gridarono: “Ci arrendiamo” e ciò fece uscire i guerrieri avversari allo scoperto. A questo punto furono alzate le vele e con una torcia furono incendiate le sostanze incendiarie nelle navi, mentre gli uomini di Huang Gai si spostavano rapidamente sulle navi leggere. Spinte dal forte vento le navi in fiamme andarono a scontrarsi con le navi di Cao Cao che, essendo incatenate, non avevano libertà di movimento, e quindi presero fuoco.

L’errore di Cao Cao fu ritenere che bastasse la superiorità numerica per sconfiggere gli avversari, dando così  modo a Huang Gai di avvicinarsi ed appiccare il fuoco e distruggere la flotta. Il fuoco si estese rapidamente agli accampamenti sulla riva e causò la rovina dell’esercito del nord. Zhou Tu e altri colsero l’occasione favorevole ed inseguirono le forze di Cao che fuggirono in disordine verso nord.

 

IL FILM

 

La-battaglia-dei-tre-regni-poster-Italia

 

 

loc b

 

3 regni

 

loc f

 

 

loca

 

aloc1

 

aloc

 

locd

 

 

loc c

redcliff1

 

redcliff3

 

redcliff

 

redcliff6

 

redcliff9

Lo stratega controlla accuratamente la direzione del vento. Dopo tre giorni il vento è girato! Ora soffia verso la flotta di Cao Cao! E’ ora di appiccare l’incendio!

 

3 regni1

redcliff4

3 regni2

 Tony Leung interpreta il viceré Zhou Yu

zhou yu è tony leung

Takeshi Kaneshiro interpreta il ruolo dello stratega Zhuge Liang

 

takeshi kaneshiro interpreta zhuge liang

Huang Gai e Zhou Yu sono formidabili in guerra, ma ricorrono ad essa solo per preservare i piaceri della vita, dell’amore, dell’arte e della natura dalla tirannia violenta dell’usurpatore Cao. Combattono, ma sognano la fine della guerra.

 

Zhang Fengyi interpreta il ruolo di Cao Cao

zhang fengyi

Wei Zhao interpreta la parte di Sung Shangxiang che escogita un tranello per fermare Cao Cao.

 wei zhao

zhao11

Zhao Wei: la principessa vivace “Sun Shangxiang”

Chiling Lin

 

L’edizione internazionale del film è molto più corta di quella cinese che dura quasi quattro ore, ma gli abbondanti tagli non snatura il senso profondo dell’opera. Molti registi (soprattutto Zhang Yimou, Ang Lee) si sono cimentati con  “wu xia pian”, ma John Woo si conferma leader nel genere. Scene di battaglia girate con grande perizia e amore per il dettaglio e coreografie supportate dalla maestria di Corey Yuen.

Questo film segna il ritorno in patria del regista, dopo la non troppo fortunata parentesi hollywoodiana. Dopo il successo conseguito in Cina con pellicole di grande qualità come “A better Tomorrow” e  “The killer”, ci dà un grande saggio di film di azione.

—————————————–

Movie trailer

RED CLIFF II

Vedere anche:

FALL OF MING – UN NUOVO FILM SULLA STORIA CINESE

https://giannicristiani.wordpress.com/2016/11/23/fall-of-ming-da-ming-jie-un-nuovo-film-sulla-storia-cinese/

—————————————————————————-

red1

red4

Il film tiene conto della lezione di “L’arte della guerra” del generale cinese Sun Tzu, un testo che non solo è molto studiato nel campo della pianificazione militare, ma suscita anche interesse per la sua saggezza ed il sottile pathos da cui è pervaso.

Vincere il nemico senza combattere, questo è il trionfo massimo“. Quanto buon senso, quando in Europa tanti insensati hanno inneggiato alla “guerra bella” o alla “guerra levatrice della storia”.

La guerra è di somma importanza per lo Stato: è sul campo di battaglia che si decide la vita o la morte delle nazioni, ed è lì che se ne traccia la via della sopravvivenza o della distruzione. Dunque è indispensabile studiarla a fondo, definendone la strategia migliore da attuare“.

Il primo degli elementi fondamentali della guerra è il Tao (la forza morale, tutto ciò che induce il popolo ad essere in armonia con i suoi capi, per la vita e per la morte, sfidando anche il pericolo estremo); il secondo è il clima; il terzo è il terreno; il quarto è il comando; il quinto è la dottrina“.

 

“Fondamentale in tutte le guerre è lo stratagemma. Quindi, se sei capace, fingi incapacità; se sei attivo, fingi inattività. Attacca il nemico dove non è preparato; fai sortite con le truppe quando non se l’aspetta. Queste sono le chiavi strategiche della vittoria. Solo valutando tutto esattamente si può vincere. con cattive valutazioni si perde”.

Nel film è fondamentale la figura dello stratega, che studia incessantemente la situazione e sa che il vento può cambiare direzione nello Yangtze e aspetta il momento favorevole per attuare lo “stratagemma”.

red

red3

red2

 

 

Il film è una lezione di cinema, ma anche una lezione di vita.

chibi1

L’antico campo di battaglia di Chibi

—————————————-

 Il “Romanzo dei Tre Regni” è uno dei quattro grandi romanzi classici cinesi. E’ una opera imponente di 120 capitoli che narra le vicende del periodo dei Tre Regni e termina con la riunificazione del paese nel 280 d.C. Fu scritto da Luo Guanzhong nel periodo 1300 – 1400.

Nel “Romanzo dei Tre Regni” le due Qiao furono la causa della battaglia di Red Cliffs. Zhuge Liang manipolò  Zhou Yu, facendogli credere che Cao Cao voleve per sé le due bellissime Qiao.

da qiao

Le due  Qiao

da qiao1

Da Qiao e Xiao Qiao

This entry was posted in Cina and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.