ALLA VIGILIA DEL XVIII CONGRESSO DEL PARTITO COMUNISTA

Il XVIII Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese si svolgerà a partire dall’8 novembre. Il Cina Daily dedica una sezione al Congresso. Si fa un bilancio dei successi. Un decennio di orgoglio per l’esercito: cosa che colpisce!

Una sfilata in piazza Tian’anmen mentre aerei sfrecciano nel cielo.

La Expressway di Zhongmeng nella regione autonoma di Ningxia Hui.

La produttività agricola è aumentata dal 10% al 20% nell’ultimo decennio.

I treni ad alta velocità sono il simbolo di dieci anni di innovazione tecnologica.

Una mostra, visitata dai maggiori leader, intitolata “Progressi scientifici e splendidi risultati”, mostra i progressi in campo politico, economico, culturale ed ecologico.

Il numero dei turisti che hanno fatto viaggi all’estero è quadruplicato negli ultimi dieci anni, raggiungendo i settanta milioni.

Il numero dei giornalisti stranieri che si sono registrati per assistere al Congresso imminente mostra un incremento notevole rispetto al congresso precedente (quando furono 1200): segno della crescente attenzione per la Cina. La foto mostra i computer nel centro per la stampa.

Due acrobati si esibiscono di fronte ad un pannello elettronico che mostra l’emblema del Partito Comunista durante un evento celebrativo.

——————————————————–

Finalmente anche la Rai comincia ad occuparsi del Congresso. Nell’edizione serale del Telegiornale del 5 novembre si dà notizia di una inchiesta interna del Patito Comunista sugli illeciti arricchimenti dei familiari del Primo Ministro Wen Jiabao: Si dice anche che l’inchiesta è stata sollecitata dallo stesso Wen.

Il qotidiano China Daily del 5 novembre parla di una riunione plenaria del Comitato Centrale del Partito Comunista, durata 4 giorni e conclusasi domenica; nel corso di essa è stata approvata la relazione che sarà resa pubblica al Congresso. Alla riunione principale hanno partecipato i 200 membri del Comitato Centrale ed i 165 membri supplenti. Il Vice-Presidente Xi Jinping, membro del Comitato Permanente del Politburo,  ha fatto una spiegazione della bozza di relazione al 18.mo Congresso e della bozza di revisioni dello Statuto del Partito Comunista.

———————————————————-

C’è un clima di incertezza alla vigilia del Congresso e si ha la sensazione di forti contrasti: tanto è vero che non è stata nota la durata, segno che ci saranno molti problemi da risolvere.

E’ un Congresso di grande importanza, perchè deve provvedere al rinnovo delle più alte cariche dello Stato e del Partito.

Pare comunque che Xi Jinping sarà nominato segretario generale del Partito Comunista e presidente della Cina, al posto di Hu Jintao, mentre Li Keqiang diventerà premier. Comunque gli equilibri di potere sono incerti e molto cariche aspettano un titolare.

Le vicende di Bo Xilao hanno tolto di mezzo il capo della fazione neomaoista e consolidato la fazione dei moderati. Lo scoop del New York Times che ha smascherato l’enorme arricchimento di Wen Jiabao e della sua famiglia avrà certo una influenza, anche se la censura ha impedito che le notizie arrivassero all’opinione pubblica.

Una cosa che colpisce é il trascurabile interesse dei media italiani ed il totale silenzio della Rai. Mentre si parla continuamente di Obama e Romney, si trascura un paese che ha un ruolo fondamentale negli equilibri economici, politici, militari del mondo.

This entry was posted in Cina and tagged , . Bookmark the permalink.