VISITA DEL VICEPRESIDENTE XI JINPING A ROMA

 

La visita ufficiale del Vicepresidente cinese Xi Jinping a Roma ha fornito l’occasione per sottolineare l’importanza del ruolo dell’Italia negli affari internazionali ed esprimere l’auspicio di un ulteriore sviluppo della collaborazione strategica globale cino-italiana. 

Xi ha elogiato lo sviluppo delle relazion bilaterali, durante i colloqui con il Presidente del consiglio italiano. Oltre alla collaborazione economica in rapida crescita,  Cina e Italia hanno ampliato gli scambi culturali, che contribuiscono a migliorare la comprensione reciproca e l’amicizia tra i due popoli.

Per rafforzare ulteriormente le relazioni, Xi ha suggerito che le due parti intrattengano un più ampio dialogo politico ed implementino il piano di azione triennale 2011-2013  per incrementare la collaborazione economica, con l’obiettivo ambizioso di rafforzare il volume di scambi bilaterali dagli attuali 40 milioni di dollari ad ottanta milioni di dollari nel 2015.

Xi ha inoltre posto l’accento sulla necessità di ampliare gli scambi tra i due popoli e di rafforzare la comunicazione tra differenti località dei due paesi.

Sulle relazion cino-europeee, Xi ha detto che la Cina, come partner globale dell’Europa, ha intrapreso concrete azioni per aiutare alcuni paesi europei, colpiti dalla crisi del debito sovrano.

La attiva e pragmatica risposta della Cina “ha lanciato un messaggio positivo, che ha contribuito a consolidare la fiducia dei mercati”, ha aggiunto.

Berlusconi ha espresso soddisfazione per lo sviluppo in corso delle relazioni Italia-Cina, aggiungendo che l’Italia è disponibile ad ampliare ulteriormente la collaborazione con la Cina nella cultura, nella produzione cinematografica e nel turismo.

Dopo i colloqui tra i due leader, le due parti hanno firmato 16 documenti di collaborazione e contratti commerciali per 3.3 miliardi di dollari: entrambi i leader hanno presenziato alla cerimonia della firma.

Il Ministero della Scienza e della Tecnologia della Cina ha firmato un memorandum d’intesa con il Ministero della Istruzione, Università e Ricerca italiano sulla cooperazione nella ricerca scientifica.

E’ stato altresì firmato un accordo quadro con la regione Toscana per sostenere la collaborazione sulla innovazione regionale.

La Banca di Sviluppo della Cina, la China National Petroleum Cooperation, Huawei, Guangzhou Auto ed altre aziende ed organizzazioni cinesi hanno firmato 14 contratti di collaborazione di affari con compagnie italiane, che coprono aree come le telecomunicazioni, la medicina, la finanza, l’auto e le nuove energie.

Xi è venuto in Italia come ospite del presidente Napolitano.  

    

Editor: An Lu        Source: Xinhua

Il sito del Governo cinese dà ampio risalto alla visita di Xi Jinping in Italia. Va ricordato che Xi è il successore designato di Hu Jintao e l’anno prossimo prenderà il suo posto. 

 

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.