MEGLIO RESTARE VIVI CHE MORIRE CON ONORE

E’ un antico proverbio cinese che ci illumina sulla mentalità dell'”Impero di mezzo”.

Nella cultura cinese è profondamente radicata la ostilità verso ogni tipo di guerra. E’ un atteggiamento del tutto confuciano: Confucio visse in tempi di guerre, per cui tutta la sua filosofia si basava sull’evitare i conflitti. “Pace per ogni cosa che sta sotto al cielo”.

Per cinquemila anni la Cina è progredita mostrando, non il proprio coraggio nel combattere guerre in nome dell’imperatore, ma l’intelligenza, imparando e studiando,cercando di superare gli esami imperiali ed entrare nella amministrazione pubblica.

I cinesi non credono nei conflitti “giusti” per affermare un ideale, anche se non rifuggono dall’uso delle armi, quando sono costretti. Ma essi tendono a imbarcarsi in contese molto pratiche, combattono per difendere i loro confini, per assicurarsi le risorse necessarie alla loro sopravvivenza economica.

C’è una componente machiavellica nella mentalità cinese: si accetta il combattimento solo se si è sicuri di vincere, se si è clamorosamente più forti. Non c’è niente di glorioso nello spargere fiumi del proprio sangue.

Dice un altro antico proverbio cinese: “Un vero uomo non combatte per perdere le battaglie”

Da un articolo di Huang Hung su GQ Maggio 2011

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.